Allen Keynotes di Materia medica – 1980

Il lavoro principale per chi studia la materia medica omeopatica è quello di un costante confronto e differenziazione fra i vari rimedi. Questo volume rappresenta un valido aiuto per  lo studente che deve apprendere ciò che è veramente caratteristico e peculiare  in ogni medicamento.
Il lavoro è il risultato di anni di studio che Allen ha fatto come studente, medico e insegnante e viene pubblicato allo scopo di aiutare lo studente a districarsi nella mole di informazioni che le materie mediche pure contengono, delineando un quadro del rimedio semplice, chiaro ed essenziale.
 

Cigliano T. Grande repertorio Clinico Omeopatico – 1993

Questo testo redatto nel 1887 da T. Cigliano, nasce dalla sua profonda esperienza di scienziato, di medico e  di didatta.
Egli raccoglie con cura sia i sintomi patogenetici, ossia quelli che gli sperimentatori hanno riferito durante la sperimentazione, sia i sintomi clinici guariti che non erano presenti durante la sperimentazione. In altre parole, i sintomi patogenetici indicano le circostanze con le quali un medicamento secondo i principi di similitudine, deve agire favorevolmente, mentre i sintomi guariti ci fanno conoscere le circostanze nelle quali ha agito favorevolmente.
L'edizione della L.U.I.M.O.  appare di agile consultazione e di fondamentale importanza per il medico che si accinge a "guarire" il paziente.
 

De Arcangelis A. La Sfida della Chimera – 1987

Hahnemann C.F.S. Le malattie croniche – 2008

Senza la dottrina dei miasmi, insegnata e dimostrata necessaria da Hahnemann nelle sue "Malattie croniche" non si può praticare che "terapia omeopatica palliativa" facilmente appresa e applicabile; mentre con la conoscenza del processo evolutivo del patrimonio miasmatico personale, l'Omeopatia diventa la vera scienza medica degna di essere profondamente meditata e con saggezza realizzata, in quanto l'unica capace di "guarire".
Pertanto questo testo appare il necessario complemento dei principi generali e delle basi teoriche che sono state enunciate nell'Organon.
 

Hahnemann C.F.S. Organon dell’Arte di Guarire – 2006

La nuova edizione italiana dell'Organon, a cura della L.U.I.M.O. ha come scopo preciso una motivazione di ordine didattico per l'insegnamento unitario della Medicina Omeopatica.
Questa nuova edizione italiana, è un testo fondamentale per comprendere l'insegnamento unitario della medicina omeopatica. Il testo delinea, paragrafo dopo paragrafo, punti fondamentali del metodo, integrando i concetti dottrinali del metodo con la prassi clinica. Per facilitare lo studio, ogni paragrafo è seguito da una pagina in bianco, su cui il lettore potrà annotare le proprie osservazioni sui postulati hahnemanniani.
 

Jahr Manuale della Materia Medica Omeopatica vol.1 e vol.2 – 1980

Presto una nuova edizione riveduta ed integrata

Kent J.T. Lezioni di Omeopatia – II ed. 2006

Kent con queste chiare lezioni, frutto di un'attitudine attiva di riflessione e sintesi, evidenzia l'iter metodologico, sperimentale e clinico descritto da Hahnemann nel suo "Organon". Questa edizione a cura della L.U.I.M.O. è diretta a tutti quei medici che desiderano diventare medici omeopatici, e a quelli che ormai hanno compreso che la conoscenza della metodologia omeopatica equivale ad una conoscenza profonda del proprio spirito e del proprio corpo.

L.U.I.M.O. Quaderni di Materia Medica Comparata – 1988

Questo piccolo testo sulla Materia medica comparata di alcuni rimedi, elaborato da medici del corso di studi della L.U.I.M.O., è uno degli anelli della catena che conduce all'applicazione del metodo omeopatico. In questo libro sono comparati i sintomi sperimentali e clinici di alcuni rimedi tratti dalle materie mediche di Jahr e Boenninghausen. Esso costituisce un valido aiuto a chi si appresta a studiare la materia medica omeopatica pura.

L.U.I.M.O. Quaderni di Omeopatia – 1990

Le lezioni di omeopatia e i resoconti dei seminari tenuti dalla L.U.I.M.O. nel luglio 1989. Una dimostrazione del metodo di insegnamento della nostra scuola. Sono conservate intatte le magistrali lezioni del dott.Paschero, del dott. Ortega, del prof. Negro e della dott.ssa Rodriguez  e di tutti i docenti del corso interdisciplinare.

Ortega P.S. Appunti sui Miasmi II ed. 1993

Hahnemann, come genio precursore della medicina, intuì la causa delle malattie, trovando il "germe produttore" perfettamente definibile e riconoscibile di questo male soggiacente, che è in noi e che costituisce il punto di partenza o l'inizio della nostra distruzione. Tutto ciò è quello che lui chiamò MIASMA.
Ortega con questo testo ha chiarito in tutta la loro ampiezza i significati dei termini: Psora, Sicosi e Sifilis, con la trascendenza che Hahnemann dette loro.  Comprendere il concetto miasmatico è ciò che più compete al medico, perché riassume la massima comprensione dell'umano, sia per le qualità che tendono a farlo continuare e realizzare pienamente, sia attraverso i suoi condizionamenti, le sue falle che tendono ad impedirglielo.
 

Paschero T. P. Le lezioni di Paschero alla L.U.I.M.O. – 1996

Queste lezioni sono il risultato dell'esperienza "dell'uomo-medico T.Paschero" e rappresentano una parte del lavoro svolto nei 25 anni della L.U.I.M.O.
Le lezioni appaiono chiare ed intense, esse contengono tutta l'esperienza che il dott. Paschero si è costruito in una vita di medico omeopatico, nel tentativo di far sì che la medicina omeopatica diventasse il mezzo più adeguato per portare l'essere umano verso i più alti scopi dell’ esistenza.
 

Rodriguez A. Contributo al XL congresso L.M.H.I. – 1985

Rodriguez A. Quaderni di divulgazione omeopatica – 1990

Rodriguez A. Protocollo di sperimentazione pura – 1980

Il primo protocollo organizzato in modo sistematico per tracciare le serie di sintomi sperimentali.

Schmidt P. L’Interrogatorio Omeopatico – 1981

In questo piccolo volume il dott. P.Schmidt di Ginevra presenta come il medico dovrebbe svolgere l'interrogatorio omeopatico, strumento importantissimo per una giusta prescrizione di rimedio. La lettura di queste pagine facilita sia il compito del medico sia  quello del paziente che si avvicina per la prima volta alla metodica omeopatica.

Schmidt P. Quaderni di omeopatia n.1 - 6 – 1981

Questi  sei quaderni sono la fedele riproduzione in lingua italiana delle lezioni che il dott. Schmidt ha tenuto per molti anni prima a Lione e poi a Ginevra. Essi sono divisi in argomenti trattati separatamente. Ogni sezione tuttavia, si armonizza in un tutto organico in grado di dare al lettore una visione unitaria del pensiero medico omeopatico. Appaiono esemplari le osservazioni cliniche e lo studio di alcuni rimedi (come,  ……) che il Dott. Schmidt espone in modo chiaro e didattico in queste pagine.

Schwabe W. Farmacopea Omeopatica Poliglotta – 1993

La conoscenza della tecnica di preparazione del rimedio, così come Hahnemann l'ha concepita, è per il medico omeopatico base fondamentale del metodo stesso. L'omeopata deve, infatti,  riconoscere nel rimedio la patogenesi, risultato della sperimentazione pura sull'uomo sano, e ciò costituisce la base insostituibile per la diagnosi clinico-terapeutica di ogni malato.
La sperimentazione pura è direttamente collegata alla scelta delle "droghe", vegetali, minerali, e animali, alla necessità di rispettare un "identikit" per ogni sostanza, alla diluizione ed infine  alla dinamizzazione.
Oggi la sicurezza del rimedio omeopatico, non identificabile e controllabile quantitativamente, è affidata all'assoluto rigore tecnico, metodologico del responsabile della preparazione: il farmacista.
La riproduzione della Farmacopea Omiopatica Poliglotta di Schwabe è rivolta a tutti, farmacisti, laboratori, medici e pazienti, essa è nello spirito del grande omeopata Tommaso Cigliano che lo pubblicò.