Dal 1954

La storia della nascita della L.U.I.M.O. deve risalire al 1954 quando il prof. Antonio Negro fonda a Roma l'Accademia Italiana di Medicina Omeopatica (A.I.M.O.H.) il cui scopo era diffondere la Medicina Omeopatica. Nel 1970, assieme alla Dott.ssa Adele Alma Rodriguez, fonda a Napoli il CE.M.O.N. - Centro di Medicina Omeopatica "Tommaso Cigliano" con il fine specifico dell'insegnamento e della diffusione della Medicina Omeopatica Pura. Nel Novembre del 1970, alla presenza di personalità del mondo della Medicina, della Cultura, della Chiesa e della Politica, viene inaugurato il primo anno accademico 1970/71, al quale si iscrivono 70 persone tra medici e studenti in medicina. Il corso, triennale, si sviluppa parallelamente anche a Roma. Dal quel momento il Centro Napoletano inizia un grande e faticoso lavoro di penetrazione unificata non solo nella nostra città, ma in tutta Italia. Inoltre si collega internazionalmente con tutti i nuclei similari, iniziando un lavoro di revisione e sistematizzazione didattica. Medici da tutto il mondo vengono a Napoli e a Roma.

I rimedi omeopatici

Si susseguono anni di intenso lavoro. Bisognava strutturare una unità di lavoro con i suoi molteplici aspetti organizzativi sia sul piano dell'insegnamento che su quello clinico. Fu un compito complesso reperire i testi omeopatici, tradurli e stamparli: esistevano solo pochi testi presso quei medici che, silenziosi, portavano avanti il loro lavoro clinico. Merita ricordare quale fu la difficoltà incontrata nel reperire i rimedi omeopatici nel vuoto assoluto di informazione e di servizi. Tutto ciò che si trovava proveniva dalla casa produttrice IMO di Milano che forniva soprattutto rimedi preparati secondo la Farmacopea Francese ed a dosi coerenti con il metodo pluralista francese. Così si è andati alla ricerca di un laboratorio che potesse corrispondere per affidabilità e qualità delle sostanze alla metodologia integrale sperimentale - clinico - terapeutica omeopatica e capace di fornire le dinamizzazioni per i medici unicisti. La scelta cade sul laboratorio belga Unda che, dopo attenta analisi e controllo del procedimento di preparazione - secondo Farmacopea Tedesca - dava quelle garanzie di sicurezza per tutta la gamma delle dosi ultramolecolari.

Napoli, crocevia internazionale

Diventa sempre più chiaro per gli omeopati di tutto il mondo che l'interesse primario per la vita della Medicina Omeopatica è di avere un proprio insegnamento qualificato. Già dal 1971, durante il Congresso della Liga Medicorum Homoeopatica Internationalis (L.M.H.I.) a Buenos Aires questa esigenza viene rilevata dai molti intervenuti. Si considera essenziale unire l'azione delle più importanti scuole omeopatiche per la costituzione di una Libera Università Internazionale. Dopo sei anni dalla sua costituzione teorica, il 23 settembre del 1977 nasce a Napoli ufficialmente la Libera Università Internazionale di Medicina Omeopatica "Samuel Hahnemann" - L.U.I.M.O. La L.U.I.M.O assorbe in una unica scuola l'A.I.M.O.H. e il CE.M.O.N., ed a queste due scuole si uniscono quella argentina e quella messicana. Napoli è la sede di questo lavoro serio e proiettato nel futuro; è la città storicamente destinata a ricevere questo insegnamento innovatore della medicina essendo stata anche la prima città in Europa ad ospitare l'omeopatia. Napoli è diventata, per merito della L.U.I.M.O., il crocevia internazionale della medicina omeopatica, il punto al quale si rivolgono i cultori dell'omeopatia per apprendere e confrontare le proprie esperienze cliniche e didattiche.

Sintesi evolutiva

Oggi, la L.U.I.M.O. rappresenta la sintesi evolutiva di un'esperienza di insegnamento di 44 anni e la sua attività continua a svolgersi con sempre maggiore impegno e risultati in un terreno che è sicuramente più favorevole ad accettare l'esperienza omeopatica.Con un corpo di ben 20 docenti una delle più ricche biblioteche, nastroteche e videoteche di omeopatia, fornisce strumenti didattici di altissima qualità a quanti vogliano apprendere la Medicina Omeopatica.